iscriviti ai feed RSS

101ma assemblea dei delegati della FSAC a Landquart

Pubblicata il 11-04-2018

 

In qualità di ospite dell’assemblea dei delegati di quest’anno era presente l’Associazione allevatori di capre del Canton Grigioni con il presidente Hans Ueli Wehrli, il quale si è detto felice di poter ospitare la 101ma edizione dell’assemblea. In seguito il presidente Andreas Michel ha dato il via ai lavori. Ursula Herren, direttrice della FSAC, ha presentato il rapporto annuale. Nel corso dello scorso anno si è perpetrato il trend positivo del consumo di derivati dal latte caprino e anche l’interesse da parte dei media è stato molto alto. Un ulteriore aspetto positivo è stata la produzione di formaggio di capra che può vantare un notevole aumento anche per il 2017 raggiungendo una produzione di 1’050 tonnellate. Resta però ancora aperta una sfida: oltre ai prodotti a base di latte caprino, in futuro bisogna riuscire ad aumentare l’interesse dei consumatori nei confronti della carne di capra. Senza la nascita dei capretti, non c’è nemmeno la produzione di latte. Un altro elemento positivo è l’aumento del numero di libri genealogici degli animali e la quota di capre che ve ne derivano.

 

All’ordine del giorno vi erano le votazioni di rinnovo del comitato e l’elezione del nuovo presidente e dell’Ufficio di revisione. Nell’ambito del rinnovo generale sono stati riconfermati tutti i membri di Comitato attuali, che hanno scelto i rappresentanti, ossia: Roland Bigler, Ortschwaben BE in sostituzione a Fritz Läderach; Patrick Buchs, Im Fang, in sostituzione a Pierre Schlunegger; Beni Hollen­stein, Brülisau, in sostituzione a Walter Zellweger; An­dreas Keller, Sevgein in sostituzione di Andreas Michel. Come unico candidato per la successione alla presidenza è stato nominato Stefan Giess­mann, in seguito eletto senza discussioni e con un grande applauso. Stefan Giessmann è guardia forestale, nonché agricoltore e da dodici anni è direttore dell’Associazione allevatori caprini del Canton Grigioni e dal 2009 è rappresentante nel Comitato della FSAC. Con il suo impegno come consulente agricolo per piccoli ruminanti al Plantahof di Landquart e in qualità di allevatore di capre di razza pavone e grigionese porta con sé i migliori presupposti per la nuova carica di Presidente della FSAC.

 

Anche quest’anno le lodi sono andate ai conduttori di libri genealogici per i tanti anni di lavoro, così come molti allevatori di capre sono stati riconosciuti per l’elevata qualità di vita dei loro animali. Gli onori sono andati a non meno di 15 conduttori di libri genealogici e a quasi 30 allevatori. Tra di loro anche Heinrich Hofstetter di Tavannes, che è stato premiato per i suoi 40 anni di ottima gestione dei libri genealogici. A seguito dei riconoscimenti per i conduttori di libri genealogici e agli allevatori di capre per gli animali con qualità di vita elevata, sono stati onorati i membri uscenti: Alex Rufibach, del gruppo di lavoro marketing; Peter Baumann formatore per nuovi esperti caprini; Pierre Schlunegger, rappresentante nel Comitato per il Canton Vaud; Walter Zellweger, membro del gruppo di lavoro Gefra; Fritz Läderach, del gruppo di lavoro allevamento e collaborava nel gruppo di lavoro finanze.

 

Dopo gli onori ai funzionari, si è passati al presidente uscente Andreas Michel, che ha presieduto la Federazione per gli ultimi otto anni. In segno di gratitudine per i numerosi anni d’impegno, il Comitato della FSAC ha fatto richiesta di appartenenza onoraria per Peter Baumann, Pierre Schlunegger, Walter Zellveger, Fritz Läderach e Andreas Michel. I numerosi delegati presenti l’hanno approvata con un grande applauso.

 

Ampio programma delle attività per il 2018

I punti principali del programma di attività per il 2018 della FSAC mettono in primo piano i compiti di base per l’ordinanza sull’allevamento di animali, diversi progetti e misure nel settore dell’allevamento così come le attività attorno alla commercializzazione dell’agnello. Come per esempio i corsi di specializzazione in marzo e ottobre, i progetti d’allevamento in riferimento all’ottimizzazione dei derivati del latte così come anche i progetti per la promozione delle razze di capre svizzere. Saranno rinnovati l’inserimento della banca dati sul traffico di animali per tenutari di capre, le prese di posizioni politiche e la collaborazione nella “Strategia allevamento animale” nella panoramica sul regolamento dell’allevamento animale che sarà rinnovata nel 2022, così come la revisione dei diritti del latte della FSAC e i suoi organi occupare intensivamente.

 

Premiazione capre e allevatori

Nel fine settimana trascorso in compagnia della Federazione svizzera di allevamento caprino, è avvenuta inoltre la consegna delle campane come premio per la lattazione di lunga durata.

Sono stati attribuite le campane a due capre di razza Saanen della famiglia Rezzonico - Fattoria del Faggio di Sonvico, e a una capra di razza Nera Verzasca di Lia e Gabriele Dazio di Fusio.

 

Prossima assemblea dei delegati

La 102ma assemblea dei delegati della FSAC si terrà il 9/10 marzo del 2019 a Plaffeien nel Canton Friburgo e sarà organizzata dall’Associazione degli allevatori caprini di Plaffeien.

 

Alla fine dell’organizzatissima e veloce assemblea dei delegati, Andreas Michel ha ringraziato i presenti per la loro partecipazione e ha invitato tutti a uno scambio tra colleghi durante l’aperitivo e alla cena.

 

FSAC, 10 marzo 2018,

Trad. e adattamento: Lara Colombi

 







Iscrizione alla newsletter


Privacy Policy

Accedi per scaricare il materiale riservato o per pubblicare un annuncio nella nostra Borsa del lavoro






Se hai dimenticato la password clicca qui