iscriviti ai feed RSS

Nuova inchiesta del Copa e della Cogeca rivela che gli agricoltori sono preoccupati in merito alle p

Pubblicata il 08-02-2018

 

Il Segretario generale del Copa e della Cogeca, Pekka Pesonen, ha dichiarato: "Anche se gli agricoltori in 7 dei 10 Stati membri sono più positivi sulla loro situazione economica nel 2017, essenzialmente in seguito a prezzi migliori per alcuni prodotti di base, in particolare i prodotti lattiero-caseari, l'inchiesta rivela che molti agricoltori sono seriamente preoccupati in merito alle prospettive future".


Ciò è alimentato dall'incertezza sui mercati agricoli mondiali e sul commercio, in particolare la Brexit. L'inchiesta dimostra che gli agricoltori sono preoccupati dall'impatto economico negativo che la Brexit potrebbe avere su fattori economici chiave come la domanda, gli investimenti, il
tasso di cambio e infine i prezzi ai produttori. Le esportazioni irlandesi al Regno Unito, ad esempio, sono già scese di 570 milioni di euro nel 2016 per via della sterlina debole dopo il voto del Regno Unito di lasciare l'UE. Gli agricoltori britannici sono anch'essi colpiti dall'incertezza sul futuro causata dalla Brexit. Ciò sta avendo gravi conseguenze sulla sopravvivenza degli agricoltori.

 

"Molti agricoltori continuano ad essere confrontati a difficoltà legate all'attuazione della politica agricola comune (PAC) e dalla burocrazia che essa comporta. I recenti eventi climatici che hanno colpito alcuni settori produttivi l'anno scorso, in particolare i settore dei seminativi e del vino, sono fra le cause di preoccupazione", ha aggiunto.

 

L'indice di fiducia del Copa e della Cogeca è calcolato due volte all'anno in base ai risultati di inchieste nazionali eseguite su un campione di oltre 8.000 agricoltori. Dieci Stati membri partecipano all'inchiesta: Belgio (Fiandre), Danimarca, Germania, Francia, Italia, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Svezia e Regno Unito.

 

COPA/COGECA, 25 gennaio 2018







Iscrizione alla newsletter


Privacy Policy

Accedi per scaricare il materiale riservato o per pubblicare un annuncio nella nostra Borsa del lavoro






Se hai dimenticato la password clicca qui