iscriviti ai feed RSS

Raschiatori per letame: progettazione montaggio e funzionamento

Pubblicata il 30-10-2018

 

L’Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (Usav), l’11 di ottobre, ha messo a disposizione un dossier di informazioni tecniche per «I raschiatori per letame nelle stalle a stabulazione libera e per il bestiame da latte» in cui viene indicato come dovrebbe avvenire la progettazione, il montaggio e il funzionamento di questi dispositivi per evitare il più possibile stress e ferimenti degli animali.

 

I raschiatori per letame sono dispositivi con cui le mucche nelle stalle a stabulazione libera entrano in contatto più volte al giorno. Nella legislazione sulla protezione degli animali non esistono prescrizioni riferite direttamente a questi dispositivi. Tuttavia anche per essi vale il principio secondo cui non devono mettere alla prova in modo eccessivo la facoltà di adattamento degli animali e la loro salute. Sulla base di tali principi, la progettazione, il montaggio e il funzionamento dei raschiatori per letame devono avvenire in modo da evitare stress per gli animali e ridurre al minimo il pericolo di ferimento.

 

Per l’impiego dei raschiatori per letame sono inoltre importanti alcune prescrizioni di sicurezza che si possono trovare nella documentazione «Sicherheitsanforderungen an mechanische Entmistungsanlagen» di BUL/Agriss, (disponibile in inglese e tedesco) che si riferiscono in particolare alla sicurezza del lavoro e dunque alla protezione degli esseri umani. Il rispetto delle prescrizioni in questione persegue tuttavia anche lo scopo di proteggere gli animali.

 

Nel rapporto vengono evidenziati alcuni accorgimenti che possono ridurre l’impatto dei raschiatori a funzionamento continuo sugli animali, quali ad esempio «prediligere raschiatori di piccole dimensioni» oppure consigli sulla velocità del dispositivo che «non dovrebbe superare i 4m/min». Si valuta la posizione della stazione di raschiatura: «Per garantire che le mucche possano muoversi in maniera indisturbata è necessario che il transito sia libero da ostacoli. Per tale motivo la stazione di raschiatura non dovrebbe essere posizionata nella zona di passaggio» e vengono indicati altri aspetti problematici come l’importanza di «evitare la presenza di punte e angoli appuntiti sporgenti nella parte centrale o laterale, poiché potrebbero provocare lesioni nella parte bassa degli arti e danni agli unghioni». Così come cercare di evitare la presenza di elementi sporgenti dal pavimento.

 

Oltre a un’approfondita analisi di dettaglio e agli aspetti già citati viene analizzata anche la «larghezza delle guide» o i «punti di espulsione e di scarico del letame». Alla fine del rapporto sono inoltre indicate le regole generali per le stalle di nuova costruzione e quelle per stalle esistenti e ristrutturazioni.

 

(L’intero dossier è consultabile all’indirizzo: www.blv.admin.ch/blv/it/home/tiere/tierschutz/nutztierhaltung/rinder.html)

 

USAV, ottobre 2018

Adattamento CB







Iscrizione alla newsletter


Privacy Policy

Accedi per scaricare il materiale riservato o per pubblicare un annuncio nella nostra Borsa del lavoro






Se hai dimenticato la password clicca qui