Marchio Ticino

Il Marchio Ticino è un fondamentale elemento di comunicazione utilizzato dall’UCT per permettere agli agricoltori e ai loro prodotti di trasmettere la garanzia di origine e genuinità verso il consumatore. E’ un valore aggiunto per lo sviluppo della nostra regione ed è garante della ticinesità dei prodotti locali.

Una speciale Commissione che rappresenta tutti i settori di produzione coinvolti ne garantisce la corretta gestione, come anche il controllo efficace dell’uso, riservato a tutti quei prodotti e servizi che contribuiscono allo sviluppo sostenibile del settore primario e di quello agroalimentare ticinese.

Le garanzie sono principalmente di carattere territoriale, considerato che l’origine, la produzione, la trasformazione e l’affinamento dei prodotti devono avvenire, per quanto possibile, sul suolo ticinese.

Nel 2016 è iniziata una collaborazione con Alpinavera, uno dei 4 enti riconosciuti a livello svizzero per la promozione e lo smercio dei prodotti locali. Questo lavoro ci sta permettendo di controllare e certificare i prodotti con il Marchio Ticino (vedi anche il nuovo logo regio.garantie), aumentando la fiducia dei consumatori, in collaborazione con gli enti preposti SCIC (Servizio Cantonale di Ispezione e Controllo) e Q-Inspecta.

La promozione del nuovo marchio Ticino, oltre ad Alpinavera, è stata demandata al Centro di Competenze Agroalimentari Ticino (CCAT), il quale, conformemente a quanto stabilito con il Cantone, proprietario del marchio e finanziatore del CCAT, ha concretizzato il rinnovo, anche grafico, del vecchio marchio, ormai più che ventenne. A sottolineare quanto i prodotti ticinesi siano un’importante componente anche dell’offerta turistica, il CCAT ha collaborato strettamente con l’Agenzia turistica ticinese, in modo da sviluppare il miglior posizionamento possibile per il marchio di provenienza dei prodotti. L’esame è stato condotto strategicamente, in collaborazione con l’Unione Contadini Ticinesi, la Commissione del Marchio Ticino e i rispettivi partner, al fine di rendere il marchio più dinamico e moderno, così da ottenere una maggiore visibilità sia sul territorio che oltre i confini cantonali.

 

Comunicato stampa nuovo marchio Ticino (comunicato).

 

Tutti i partner sono consapevoli delle difficoltà, anche a livello finanziario, che questa ulteriore nuova modifca crea ai produttori, soprattutto considerando il recente, primo cambiamento con l’aggiunta di regio.garantie al vecchio Marchio. Tuttavia, per un certo lasso di tempo (di alcuni anni), vecchio e nuovo Marchio coesisteranno per permettere ai produttori di adeguarsi e utilizzare senza inutili sprechi le etichette già stampate. Inoltre, a breve tutti i portatori di interessi si riuniranno attorno a un tavolo per affinare le nuove strategie di marketing e per dare un nuovo vigoroso slancio a questo bel progetto che permette al Ticino di fare rete, cogliendo le interessanti possibilità date da un’identità grafica comune.

 

 

Nota bene: questo è il nuovo Marchio Ticino con la dicitura “regio.garantie”, frutto del lavoro congiunto con Alpinavera, il CCAT e l'Agenzia turistica ticinese.

 

Per ottenere il Marchio Ticino i prodotti devono essere a base di materie prime ticinesi, in una percentuale almeno dell'80% del peso nei prodotti composti (ricette) e la loro produzione deve generare almeno 2/3 del valore aggiunto nella regione di riferimento. Le eccezioni a queste regole devono essere approvate a livello nazionale.

Diversi prodotti contrassegnati con il Marchio Ticino si trovano attualmente in commercio, tra cui: formaggi e latticini, carni e salumi, uova, cereali e farine, pane, pasta, frutta, verdura, miele, marmellate, tisane, gazzose, erbe medicinali e aromatiche, ma anche derivati di materie prime naturali e molto altro.

A seguito dei cambiamenti occorsi con Alpinavera, i regolamenti/direttive attuali si basano su quelli a livello nazionale. È possibile richiederli al Segretariato del Marchio Ticino oppure scaricarli direttamente da qui:

- Direttive sezione A prescrizioni generali

- Direttive sezione B1 generi alimentari, fiori e piante

- Direttive sezione B2 bevande

- Direttive sezione B3 ristorazione

- Direttive Sezione C prodotti non alimentari

 

Il tariffario per chi ha il Marchio Ticino rimane invariato da alcuni anni e si può visionare qui. Mentre i costi per i controlli in azienda e la certificazione dei prodotti sono visibili cliccando la seguente tabella.

 

90 produttori e 668 prodotti

Al momento ci sono circa 90 produttori iscritti e 668 prodotti immessi sul mercato che hanno il Marchio Ticino.

Se desidera avere dei prodotti certificati con il Marchio Ticino ci ritorni per posta o e-mail una delle seguenti richieste di adesione al Marchio: 1) nel caso in cui fosse un nuovo partner del Marchio Ticino e di Alpinavera; 2) se fosse già un partner e volesse certificare degli ulteriori prodotti.

Segretariato Marchio Ticino

Casella postale 447

Via Gorelle 7

6592 S. Antonino

Tel: 091 851 90 90

Fax: 091 851 90 98

E-mail: .

Sito: www.marchioticino.ch

 

Richieste per nuovi prodotti con il Marchio Ticino

In maniera schematica ecco cosa si deve fare nel caso in cui si vogliano avere dei nuovi prodotti con il Marchio Ticino:

1) Inviare la richiesta al Segretariato del Marchio Ticino.

2) La commissione del Marchio Ticino fa una prima valutazione delle richieste e invierà poi ad Alpinavera il dossier.

3) Alpinavera controlla l’esattezza e la completezza dei dati ricevuti.

4) Non appena i dossier sono completi e pronti, Alpinavera contatta l’ente di controllo e certificazione per certificare i prodotti.

5) Svolgimento del controllo in azienda con susseguente certificazione dei prodotti.

6) Utilizzo del Marchio Ticino con la dicitura regio.garantie.

 

Un elenco (in continuo aggiornamento) delle aziende e dei prodotti aventi il Marchio Ticino si trova cliccando qui.

Iscrizione alla newsletter


Privacy Policy

Accedi per scaricare il materiale riservato o per pubblicare un annuncio nella nostra Borsa del lavoro






Se hai dimenticato la password clicca qui